martedì 30 agosto 2016

Settembrini

Rivisitazione di una ricetta vista in giro nel web, sono una riproduzione molto simile a dei biscotti proposti, ma ora non più in produzione e che a me piacevano tantissimo, di una nota casa di prodotti dolciari.
Cosa ti serve
500 gr. di farina 00
200 gr. di burro
180 gr. di zucchero
1 uovo medio
5 amaretti sbriciolati
100 ml. di latte
1 cucchiaino di vaniglia in polvere
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
confettura di fichi (ca. 500 gr.)
Come si fanno
Setaccia la farina con il lievito.
Nel recipiente della planetaria lavora il burro con lo zucchero, la vaniglia e gli amaretti polverizzati. Aggiungi l'uovo, il latte, il sale e infine la farina con il lievito. Unisci il tutto velocemente, trasferisci l'impasto su un piano infarinato, forma un panetto (l'impasto sarà morbido) e avvolgilo con pellicola per alimenti. Mettilo a riposare in frigorifero per qualche ora. Dividi l'impasto in due parti e stendile, una per volta, di uno spessore di 1/2 centimetro formando un rettangolo di cm.32X30. Ricava ora dall'impasto steso delle strisce di cm. 8 di larghezza, distribuisci al centro del rettangolo e per tutta la lunghezza la confettura, arrotolalo chiudendo i bordi. Trasferisci subito il rotolo chiuso su una placca da forno rivestita con carta forno facendo in modo che la chiusura dei bordi vada sotto il rotolo.
Metti in forno caldo a 180° per circa 15-20 minuti. Appena saranno pronti, ancora caldi, tagliali a trancetti di circa 4 centimetri e fai raffreddare.

A presto Stefania

SHARE:

giovedì 7 luglio 2016

Bensone alla confettura di prugne


Visto e rivisto ma mai provato, la ricetta lì in attesa, da provare. Mi ha sempre dato l'idea che il suo sapore fosse di ciambelle di una volta. Quelle che si facevano senza stampo semplicemente formando un rotolo e poi unendo le estremità, insomma uno di quei dolci che sanno di..nonna. Questa mattina mi è capitata tra le mani un vasetto di confettura alle prugne fatto lo scorso anno e così finalmente l'ho provato. Buono, è proprio come pensavo, secondo me nel latte o nel tè deve essere perfetto; domani lo provo.
Cosa ti serve
500 gr. di farina 00
150 gr. di zucchero semolato
100 gr. di burro morbido
2 uova + (1 per spennellare)
1 tuorlo           
1 bustina di lievito per dolci
buccia grattugiata di 1 limone
½ cucchiaino di vaniglia in polvere
3-4 cucchiai di latte
1 pizzico di sale 
confettura di prugne
zucchero in granella
Come si fa
Nel recipiente della planetaria, oppure su una spianatoia, miscela la farina con lo zucchero, il sale e il lievito. Aggiungi le 2 uova e il tuorlo, 3 cucchiai di latte, il burro a tocchetti e lavora il tutto per bene, dovrai ottenere un impasto omogeneo, eventualmente aggiungi ancora un po’ di latte. Fai riposare l’impasto in frigorifero per mezz’ora avvolto nella pellicola.
Prendi dal frigo l’impasto riposato, lavoralo brevemente e stendilo, sopra un foglio di carta forno, formando un quadrato di circa cm. 25x25, centimetro più centimetro meno, stendi la confettura lasciando circa 1-2 centimetri di bordo. Aiutandoti con la carta forno ripiega in tre in modo da avere la parte liscia sopra, quindi senza giunture che andranno sotto.
Pratica un leggero taglio al centro per quasi tutta la lunghezza. Batti leggermente l’uovo,  spennella la superficie del dolce e cospargi con lo zucchero in granella. 
Metti in forno caldo a 180° per circa  40 minuti.



A presto Stefania

SHARE:

mercoledì 15 giugno 2016

Crostata di nocciole e mandorle


La base di pasta frolla è tratta da una ricetta del maestro Iginio Massari mentre la ricetta del dolce è tratta da un vecchissimo numero della rivista "La Cucina Italiana" il risultato non poteva che essere; un dolce buonissimo!

Cosa ti serve 
per uno stampo Ø di cm. 24 di diametro
Per la pasta frolla
250 gr. di farina 0
100 gr. di zucchero
175 gr. di burro
35 gr. di uova
1 pizzico di sale
buccia di 1/2 limone piccolo
l'interno di 1/4 di bacca di vaniglia
2-3 gr. di lievito per dolci
Per il ripieno
120 gr. di burro
100 gr. di zucchero a velo
100 gr. di mandorle tritate finemente
50 gr. di fecola
50 gr. di farina di mais fioretto
50 gr di uvetta
30 ml. di rum per ammollare l'uvetta
1 uovo
3 tuorli
70 gr. di nocciole
Come si fa
La pasta frolla: Nel Recipiente della planetaria lavora il burro con la farina fino ad ottenere un impasto simile alla sabbia bagnata. Aggiungi lo zucchero continua a lavorare per alcuni secondi, quindi aggiungi le uova, lavora ancora qualche secondo. Trasferisci l'impasto su un piano di lavoro, forma velocemente un panetto che avvolgerai con carta forno o pellicola film e metti a riposo in frigo per almeno 12 ore. Quindi conviene prepararla il giorno prima.
IL ripieno: Lava sotto l'acqua calda l'uvetta e mettila in ammollo nel rum.Trita finemente le mandorle. Monta a crema il burro con lo zucchero a velo, aggiungi le uova, i tuorli. Aggiungi le farine mischiate tra loro e le mandorle tritate.
Stendi la frolla di uno spessore di circa 4-5 mm., rivesti lo stampo compresi i bordi. Cospargi il fondo dello stampo rivestito con l'uvetta ammollata e strizzata dal rum. Quindi copri con la l'impasto preparato, livella bene l'impasto e infila leggermente le nocciole su tutta la superficie. Metti in forno caldo a 190° per circa 15 minuti poi abbassa la temperatura a 180° per altri 15-20 minuti. Fai raffreddare, spolverizza con lo zucchero a velo prima di servire.



A presto Stefania


SHARE:
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
© Formine e Mattarello. All rights reserved.
BLOGGER TEMPLATE DESIGNED BY pipdig