Zaleti o zaèti

agosto 29, 2014




I zaèti o zaletti, zalletti o ancora zaleti, che in dialetto veneziano significa giallini,  sono dei biscotti particolari che prendono il loro nome dal colore giallo dato dall'ingrediente principale: la farina di mais gialla. 
Biscotti ricchi non tanto negli ingredienti ma nel gusto tanto da far scrivere di loro, nel 1891 nel suo "La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene" il Pellegrino Artusi e prima ancora nel 1803 il Vincenzo Agnoletti nel suo "La nuova cucina economica". 
I zaleti sono molto diffusi qui nel Veneto come il famosissimo "Bussolà", ma è sopratutto nelle province di Venezia, Padova e Treviso che la produzione è più concentrata e dove troviamo anche alcune varianti. Alcuni oltre l'uvetta nell'impasto inseriscono anche i pinoli oppure sostituiscono l'uvetta con le gocce di cioccolato. Nella provincia di Padova si producono anche con l'aggiunta di giuggiole dei Colli Euganei.
Qui nella provincia di Venezia io li ho sempre visti in questa forma, a piccole losanghe leggermente assottigliate alle estremità. 


Ingredienti
per circa 55-60 pezzi

200 gr. di farina 00
200 gr. di farina di mais gialla " fioretto"
120 gr. di zucchero
200 gr. di burro
2 tuorli di uova medie
1 pizzico di sale
5 gr. di lievito o ammoniaca per dolci
100 gr. di uvetta sultanina
2-3 cucchiai di rum o grappa
buccia di arancia o limone grattugiata
l'interno di 1/2 bacca di vaniglia oppure 1 bustina di vanillina

Come si fanno

Lava l'uvetta in acqua tiepida e mettila a macerare nel rum. Intanto mescola le due farine con il lievito.
Lavora il burro con lo zucchero, la buccia di arancia e la vaniglia, aggiungi i tuorli, le farine con il lievito o l'ammoniaca per dolci e infine il sale e l'uvetta strizzata dal rum. Impasta il tutto velocemente, forma con la pasta 4-5 cilindretti di circa 3 cm. di diametro e metti a riposare in frigo per almeno mezz'ora.
Dai cilindri di pasta taglia delle fette di circa 1 cm. di spessore, forma delle palline che trasformerai in losanghe dello spessore di circa 1 cm. al centro e lunghe 5 cm. e leggermente assottigliate alle estremità.
Disponi le losanghe su carta da forno e falle cuocere in forno già bello caldo a 180° fino a quando saranno belli dorati ai lati, circa 15-18 minuti.









A presto...Stefania





You Might Also Like

21 commenti

  1. Buonissimi!!!!
    a casa mia sempre mangiati con i pinoli e l'uvetta e con quel gusto di fondo favoloso del rum! davvero speciali! :-)

    RispondiElimina
  2. Io amo i biscotti e sono sempre. In cerca di nuove ricette, ora non posso sperimentare la tua ma la segno e appena potrò ricominciare a pasticciare proverò a farli. Ti abbraccio Nahomi

    RispondiElimina
  3. Buonissimi e che belli che sono!!!!
    Adoro i biscotti e i "gialletti", con quel sapore così rustico, mi piacciono tantissimo :)
    Un bacio e buon fine settimana.

    RispondiElimina
  4. SONO MOLTO CARINI ED ORIGINALI, CHISSA' CHE BUONI!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  5. nonostante siano dei noti biscottini li hai resi invitanti ed unici,complimenti carissima pwer le tue delizie,le tue foto le tue parole,dolci e golose,un bacione doppio,è sempre un piacere grande leggere una tua ricetta,felice venerdì

    RispondiElimina
  6. Non conoscevo questa specialità, mi intrigano molto :)
    A presto, Monica

    RispondiElimina
  7. Vedo dalle tue note che sono biscottini con una storia antica, ma per me un'assoluta novità!
    Da provare;)
    e buon w.e.

    RispondiElimina
  8. Questi biscotti mi piacciono da impazzire... sai che non ho mai trovato una ricetta che mi soddisfacesse appieno? A giudicare dal bellissimo risultato.. questi saranno perfetti anche per me! Sì, così li voglio!! :D Grazie di cuore e un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rifatti anche oggi: DIVINI!!! :D <3

      Elimina
  9. i biscotti con la farina di mais e l'uvetta sono davvero buoni!!! ti sono venuti troppo bene!

    RispondiElimina
  10. Che buoni! E i tuoi sono bellissimi... complimenti!

    RispondiElimina
  11. E' da poco che ho scoperto la farina di mais per realizzare i dolci.. devo dire che è stata una scoperta piacevolissima! E i tuoi biscotti ne sono l'ennesima conferma ^_^

    RispondiElimina
  12. non li ho mai mangiati ma mi attirano parecchio! Li proverò presto :D

    RispondiElimina
  13. li adoro da quando li provai tempo fa ora qui me li chiedono spesso provero' anche questi stefania grazie

    RispondiElimina
  14. Ciao! ma quanto ci piacciono questi biscottini! avevamo provato a realizzarli anche noi e ci erano davvero piaciuti! Ottimi anche nella tua versione!

    RispondiElimina
  15. Ciao! Sembrano davvero deliziosi ! :) Mi piace il modo in cui li hai presentati, molto belle le foto! Un abbraccio

    RispondiElimina
  16. Sai che questa me la salvo e provo a proporli da vendere qui, nel mio laboratorio? Grazie, sono bellissimi e lo so per certo, buonissimi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E alla fine li ho fatti, sono davvero buoni!

      Elimina
  17. Ma quanto sono buoni questi biscotti!!!!!!!!!!!!! Devo assolutamente farmi mandare la ricetta di quelli che fa una signora che conosco!!!!

    RispondiElimina
  18. Che meraviglia questi biscottini, sono una vera bontà! Guardando questa tua ricetta, mi sono ricordata che un mio carissimo amico mi ha donato la ricetta di questi splendidi biscottini!
    Chi sa dove lo messa...spero di trovarla! Le foto sono bellissime!
    Bravissima!
    Un abbraccio Laura<3<3<3

    RispondiElimina

Grazie per esserti fermato qui e per il tempo che mi hai dedicato. Se mi lasci un pensiero, un commento o un semplice saluto mi farà molto piacere!

QUELLI CHE HANNO LASCIATO UN SEGNO

Flickr Images

ho Contribuito al

Io ci sono

.

Cookie swap 2015